Protestati: leggi e regolamenti circa l’apertura di un conto corrente

Leggi e regolamenti circa l’apertura di un conto corrente a protestati

La risposta alla domanda: “ Posso aprire un conto corrente se sono protestato?”, è “SI”.

Come anticipato però, almeno in Italia, non esiste alcun regolamento e tutto è lasciato alla scelta indipendente da parte della banca.
In termini strettamente legali infatti non esiste alcun “fair play” che obblighi le banche a concedere l’apertura ad un protestato di un conto corrente, mentre invece esiste uno specifico riconoscimento di legge che da facoltà alle stesse banche di curare in tutto e per tutto i propri interessi.

Il ruolo della Banca

Quest’ultimo è il punto cardine della questione.
Se da una parte, una banca, fa del rischio la sua ragion d’essere accettando l’ipotesi di “entrare in affari” con clienti dal passato non completamente lindo in fatto di affidabilità finanziaria, dall’altra esistono banche che pur di tutelare il proprio denaro chiudono ogni forma di credito a favore dei protestati.

Questa chiusura può essere totale e parziale; nel caso di chiusura parziale si assiste a comportamenti da parte delle banche in cui, al cliente protestato, è data facoltà di gestire solo operazioni da sportello e con contanti, mentre invece è precluso l’accesso a strumenti che nascondono dietro forme di credito, come le carte ed i bancomat o peggio ancora i finanziamenti.

Come trovare le migliori proposte di conti per protestati

Ora che abbiamo visto come, sotto alcune condizioni, un protestato può aprire un conto corrente, vediamo come lo stesso può trovare le migliori offerte per le sue specifiche esigenze.
Da questo punto di vista la situazione di un protestato non è diversa da quella di qualsiasi altro correntista.

Per lui come per tutti il modo migliore per trovare l’offerta di conto migliore è quella di comparare costi e condizioni delle varie offerte presenti sul mercato, con un occhio particolare (visto il caso specifico di clientela) alle eventuali limitazioni nell’accesso a servizi specifici come il libretto degli assegni e le carte.

Quali procedure è necessario seguire?

Per l’apertura di un conto corrente nuovo un protestato non deve far altro che inviare richiesta alla banca scelta corredando la sua richiesta con una copia di un documento di identità e del codice fiscale; dovrà inoltre apporre la propria firma sulla proposta di contratto sui moduli riguardanti i costi (Indicatore Sintetico di Costo) e la gestione dei temi relativi alla privacy.
Una volta inviata la richiesta la banca valuterà la richiesta ed in caso positivo avvierà la procedura di apertura conto, procedura che è notevolmente più veloce se si parla di banche online.

Tratto da Quale Conviene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *